Opere d’arte del leggendario pugile Muhammad Ali, messe all’asta

Rate this post

Una rara collezione di schizzi e dipinti del pugile americano Muhammad Ali sarà messa all’asta a New York questa settimana. La collezione di 24 pezzi, molti dei quali in stile cartone animato e alcuni firmati, riflette l’interesse di Ali per la religione e la giustizia sociale.

Muhammad Ali è stato ispirato a disegnare e dipingere da suo padre, Cassius Clay Senior, un artista professionista. Ali ha continuato a dipingere e disegnare ufficiosamente mentre cresceva, iscrivendosi infine al corso d’arte dell’artista sportivo LeRoy Neiman.

Ali disegna e dipinge abitualmente i soggetti a lui più vicini: boxe, diritti civili, pace nel mondo e umanitarismo.

“Ref (arbitri, no.), Galleggiava come una farfalla e punse come un’ape!”, Si legge nella bolla di testo di un pugile messo a terra da un avversario, con le braccia alzate in segno di vittoria, da un disegno fatto nello stile di i fumetti.

L’opera, chiamata “Sting Like a Bee”, è stata realizzata da Ali nel 1978, durante le riprese della storica miniserie “Freedom Road”, in cui recitava, hanno detto quelli della casa d’aste Bonhams. Dicono che il prezzo dovrebbe raggiungere tra $ 40.000 e $ 60.000 all’asta del 5 ottobre.

“Nessuno sapeva che fosse un artista e nessuno sapeva di questo tesoro di opere d’arte”

Bonhams ha detto all’asta che la passione di Ali per il disegno era poco conosciuta, ma che gli piaceva disegnare come un modo per rilassarsi dopo un combattimento o un allenamento.

“Molte persone sono entusiaste perché nessuno sapeva che era un artista e nessuno conosceva questo tesoro di opere d’arte. Quindi vediamo molto interesse e molta emozione”, disse Helen Hall, direttore della cultura popolare a Bonhams.

Le opere in vendita provengono dalla collezione di Rodney Hilton Brown, che ha lavorato con Ali alle sue opere. L’ex campione del mondo dei pesi massimi, che ha annunciato la sua conversione all’Islam nel 1964, all’apice della sua carriera, è morto nel 2016, all’età di 74 anni, dopo una lunga battaglia con il morbo di Parkinson.

“The Starving Children of Mississippi”, del 1967, presenta una figura in pantaloncini che dice: “Volevo solo combattere per aiutarti a nutrire i poveri bambini neri”.

“C’è un disegno che si riferisce alle rivolte razziali a Los Angeles e Newark negli anni ’65 e ’67”, avrebbe detto Hall da Reuters. “Uno dei dipinti è dedicato all’Islam. Si era convertito da poco. Poi, alcuni di loro hanno un tono più leggero e si riferiscono alla boxe”.

Altre opere della collezione sono “America: The Big Jail”, del 1967, e “War in America”, che si stima venderà tra i 25.000 e i 35.000 dollari.

Pagamento del reddito di emergenza Vuoi ricevere notifiche sugli ultimi aggiornamenti? Pagamento del reddito di emergenza No Yes