Gelotofobia: la paura di essere derisi, come superarla?

Rate this post


La gelotofobia è una delle fobie più limitanti dal punto di vista sociale, poiché la persona smette di partecipare alle riunioni sociali per paura di essere ridicolizzata.

Gelotofobia: la paura di essere ridicolizzati, come superarla?

Ultimo aggiornamento: 12 novembre 2021

Sicuramente sei stato in una situazione in cui un gruppo di amici ha riso a causa di una tua esperienza: una caduta, un errore che ti ha lasciato in malo modo. Forse questo ti ha causato disagio e profondo disagio e hai persino perso la voglia di incontrare quel gruppo. In questo caso, stiamo parlando di gelotofobia.

Ti senti così insicuro quando sei con le persone perché hai paura che ti prendano in giro, che hai iniziato a ritirarti dal tuo mondo sociale. Ti senti identificato? Conosci qualcuno del genere? Vediamo un po’ di più a riguardo.

Cos’è la gelotofobia?

La gelotofobia è una paura eccessiva, irrazionale e incontrollabile di essere ridicolizzati. Il grande svantaggio di chi soffre di gelotofobia è che, per loro, la risata di solito non è una cosa positiva. In molti casi, quando sentono ridere un gruppo di persone, automaticamente presumono di essere derisi.

Cioè, a loro non viene in mente che potrebbe ridere perché qualcuno ha appena detto una barzelletta o perché ricorda un vecchio aneddoto. In questo modo, la gelotofobia termina quando la persona interessata inizia ad avere comportamenti o pensieri paranoici.

Infine, vale la pena chiarire che per determinare che questa è gelotofobia e non un altro quadro clinico , deve essere posta una diagnosi differenziale. Questo tipo di paura viene spesso confuso con il disturbo di personalità evitante o schizoide.

[/ atomik-read-too]

Segni e sintomi di gelotofobia

Quando si verifica la situazione fobica, la persona soffre e può provare ansia, una sensazione di difficoltà respiratoria, desiderio di scappare, un disagio molto intenso, nervosismo, sudorazione e strette di mano, tra gli altri.

Alcuni dei segni e sintomi più comuni della gelotofobia sono:

  • Eccessiva paura di essere stupidi o per essere preso in giro da altri.
  • Lavoro e disagio alle risate degli altri.
  • Timidezza e imbarazzo. Sono introversi e cercano di non attirare l’attenzione
  • Rigidità muscolare, furto, movimenti goffi. È noto come Sindrome di Pinocchio.
L’estrema timidezza della gelotofobia impedisce il corretto contatto sociale e favorisce l’isolamento.

Cause e origine della gelottofobia

Come molte fobie, la gelotofobia può essere il risultato di una precedente esperienza traumatica che sviluppa quella paura. Ad esempio, una persona che è andata a fare la spesa con la biancheria intima tra i pantaloni e un altro capo di abbigliamento ed è stata oggetto di risate, scherno e sguardi fino al supermercato.

Questa persona iniziò a sentirsi seguita, a disagio e imbarazzata senza sapere cosa stesse succedendo. Solo quando è tornato a casa è stato in grado di identificare il motivo di questa situazione. Tuttavia, il fatto gli ha già causato un tale turbamento e amarezza da costituire un precedente.

Le cause della gelotofobia hanno a che fare con la paura del ridicolo potrebbe essere apparso durante l’infanzia o l’adolescenza, al momento della formazione dell’identità. Coloro che vivono con questa paura sviluppano una personalità sospettosa e difensiva, perché ogni opportunità è potenzialmente favorevole a essere presi in giro.

Il fatto che sia stata vittima di Il bullismo pone le giuste condizioni per lo sviluppo di questa particolare fobia.

Le conseguenze della gelotofobia

Tra le fobie che causano i maggiori danni sociali, la gelotofobia potrebbe essere una di queste. Non è la stessa cosa avere paura degli aeroplani (mezzo di trasporto che usiamo in occasioni ben precise) avere una paura irrazionale di una situazione che di solito si verifica quando ci sono altre persone.

In questo modo, la persona che ha la fobia del ridicolo scegli di restare a casa ed evita i piani sociali per non essere oggetto di scherno. Inoltre, alcune delle conseguenze più comuni sono:

  • L’autostima è anche, danneggiati perché le persone si sentono disprezzate e sminuite o di poco valore.
  • C’è ritiro e timidezza.
  • Stress di fronte alle risate, motivo per cui si manifesta come una persona che non ha il senso dell’umorismo o si diverte
  • Proietta un’immagine fresca e distante.

[ / atomik -read-too]

Come affrontare la paura di essere ridicolizzato?

Prima di tutto, è importante capire che una fobia non è una semplice paura. È una paura intensa che provoca un vero disagio di persona e danneggia vari ambiti della sua vita. Cioè, è necessario aiutare le persone che soffrono di una situazione di questa natura ad accettare un aiuto.

Come tutte le fobie, l’approccio alla gelotofobia avviene con tecniche di esposizione. Si progredisce passo dopo passo, gradualmente.

In primo luogo, proponendo una mostra nell’immaginazione, cercando che la persona visualizzi ed esprima com’è la scena temuta, mentre il terapeuta accompagna e guida. Man mano che il paziente acquisisce sicurezza, può essere proposto in una fase finale di esposizione a una situazione sociale.

D’altra parte, lavoriamo anche con la ristrutturazione cognitiva, che ci permette di identificare i pensieri che stanno alla base della paura. Cerca di sostituirli con altri più funzionali.

A sua volta, l’uso di tecniche drammatiche e umoristiche è raccomandato nei giochi di ruolo. Ad esempio, le persone devono essere in grado di identificare ciò che le disturba e quindi metterle in scena per metti la tua mano sulla debolezza e trasformarlo in un vero e proprio zimbello per il pubblico.

In questo modo, attraverso un ruolo attivo, puoi iniziare a vedere la situazione in modo diverso. Questo esercizio viene eseguito con una serie di istruzioni e deve essere guidato.

Infine, è essenziale lavorare con i pazienti con varie tecniche di rilassamento in modo che possano far fronte allo stimolo fobico. In questo modo, non dovranno scappare o evitare la situazione.

Le persone con questa fobia possono apprendere tecniche di rilassamento che riducono lo stress di fronte a situazioni sociali che le mettono a disagio.

Quando tutto è vissuto come un attacco personale

Durante questo viaggio siamo stati in grado di confermare che una delle maggiori difficoltà della gelotofobia è che chi lo vive si sente al centro del ridicolo. Qualsiasi risata, sguardo o sussurro intorno a lui lo personalizza ed è una vera fonte di tortura.

Le reazioni sono fuga o evitamento. Anche se ci sono casi di violenza e risentimento nelle relazioni.

Immagina quanto può essere difficile una vita quando le risate sono un problema o una minaccia. Ecco perché è importante educare alle fobie, poiché l’ambiente deve essere in grado di supportare e comprendere, comprendendo a cosa è dovuto questo comportamento.

Infine, come società in generale, ognuno nel suo ruolo particolare deve evitare il ridicolo, il ridicolo e il disprezzo dei bambini e degli adolescenti. È importante costruire una forte autostima e tolleranza per la frustrazione.





Benessere coppia

Perdere pesso

Pagamento del reddito di emergenza Vuoi ricevere notifiche sugli ultimi aggiornamenti? Pagamento del reddito di emergenza No Yes