Cos’è l’omofobia interiorizzata? – Dose di salute

Rate this post


L’omofobia interiorizzata è quegli atti omofobici che vengono praticati tra i membri della comunità. Scopri tutto al riguardo.

Cos'è l'omofobia interiorizzata?

Ultimo aggiornamento: 15 ottobre 2021

Secondo il dizionario dell’American Psychological Association (APA), l’omofobia è descritta come paura, pregiudizio o rabbia verso l’omosessualità. Di conseguenza si generano episodi di discriminazione e violenza. Sebbene si parli molto di omofobia nei confronti della comunità, l’omofobia interiorizzata viene raramente menzionata.

L’omofobia interiorizzata è un concetto utilizzato da diversi anni per descrivere atti di omofobia che si verificano tra persone che fanno parte della comunità. Cioè, tra omosessuali, lesbiche, fluidi di genere e altri. Sebbene possa manifestarsi verso gli altri, può manifestarsi anche verso se stessi. Ne parleremo nelle righe seguenti.

Caratteristiche dell’omofobia interiorizzata

È probabile che molti lettori trovino paradossale che ci siano atti di omofobia tra coloro che fanno parte della stessa comunità gay. Chi fa questo può spiegarlo, quindi è un problema che spesso si cerca di nascondere.

In ogni caso, l’omofobia interiorizzata descrive tutte quelle atti consci e inconsci che un membro della comunità LGBT+ pratica con se stesso e con gli altri membri. Sebbene ogni caso sia diverso, la maggior parte degli episodi di questo tipo si sviluppa attraverso pregiudizi nell’infanzia o nell’adolescenza.

In linea di massima, non differisce dall’omofobia praticata da chi non si identifica nella comunità. In questo senso, possono essere atti discriminatori per il loro verificarsi o addirittura portare a situazioni di violenza. Per fare un esempio, un atto di omofobia interiorizzata è il rifiuto che un omosessuale fa di un altro quando non è abbastanza virile.

Ci sono molte teorie sul perché questo comportamento esiste. Per la maggior parte, è perché è ancora una manifestazione di pregiudizio, rifiuto e stigmatizzazione nella società.

Man mano che cresci in una società, l’influenza dei tuoi genitori, della religione, degli amici o delle ideologie può affondare così profondamente da farti sviluppare anche come parte di una comunità rifiutata.

La discriminazione all’interno della comunità LGBT+ è una realtà spesso sconosciuta.


[/ atomik-read-too]

Le conseguenze dell’omofobia interiorizzata

Come previsto, le conseguenze dell’omofobia interiorizzata non passano inosservate. Colpiscono sia la persona interessata che coloro che li circondano. Secondo uno studio pubblicato su Journal of Counseling Psicologia nel 2009, l’omofobia interiorizzata è un ostacolo allo sviluppo del rapporto tra omosessuali, lesbiche e bisessuali.

Ad esempio, chi sviluppa questo atteggiamento si vergognerà di mostrare il proprio rapporto con il pubblico, di esibire determinati comportamenti e persino di avere una vita sessuale attiva. A questo proposito, una ricerca pubblicata nel 2016 in Psichiatria Europea mostra che questi episodi sono ostacoli a una vita sessuale di qualità. Posso anche anticipare immagini con depressione.

Ma ce ne sono di più. Uno studio pubblicato su Rivista internazionale per l’equità nella salute nel 2017 ha scoperto che coloro che mostrano tali atteggiamenti tendono a nascondere la propria identità sessuale e sviluppare sofferenza psicologica. L’evidenza indica anche che la somma di tutto quanto sopra è un ostacolo quando si tratta di trovare un partner.



[ / atomik-read-too]

L’omofobia interiorizzata può essere misurata?

Esperti e ricercatori hanno progettato scale per misurare l’omofobia interiorizzata. La verità è che questo non è sempre applicato esplicitamente.

Vediamo alcuni esempi di come può manifestarsi attraverso la sua varietà:

  • Ridurre l’interazione con il partner in pubblico.
  • Propensione per standard molto maschili o molto femminili quando trovi un partner (in modo che questo non differisca affatto da un eterosessuale).
  • RIFIUTO episodi di omofobia (sia tua che di altri).
  • Sentimenti di vergogna alla propria inclinazione sessuale.
  • Respingo quelli che sono più aperti con riguardo alle loro inclinazioni sessuali o romantiche.
  • Mantieni segreta la relazione (Evita di commentare amici, familiari o colleghi).

In breve, qualsiasi atto di intolleranza o discriminazione nei confronti della comunità o del sé può essere classificato come tale. Anche se non l’ho fatto notare, spesso porta a pratiche sessuali non sicure, abuso di alcol e droghe e persino comportamenti violenti.

Questa discriminazione può portare ad ansia e depressione, con gravi conseguenze per la salute.

Cosa si può fare per evitarlo?

Come ho affermato, l’omofobia interiorizzata è un problema reale che colpisce chi la pratica, chi gli sta intorno e la società in generale. Poiché molti casi si sviluppano a causa di pregiudizi o esperienze nell’infanzia e nell’adolescenza, la terapia psicologica è un’alternativa efficace.

Possono esserci anche dubbi, insicurezze o paure sulla propria inclinazione sessuale. Pertanto, questo si manifesterà in relazione agli altri membri della comunità. In ogni caso, la terapia può essere molto utile per superarla e superarla.

Altre cose da fare sono condividere con persone che si identificano come fluide lesbiche, gay o di genere. Conoscere le proprie esperienze è molto utile per assimilare come lo stigma della società li ha colpiti, li colpisce e cosa hanno fatto per arrivare dove sono oggi.

A tutto ciò si può aggiungere quanto segue:

  • Evita di fare battute nere sull’omosessualità.
  • Siate aperti all’osservazione delle varie manifestazioni che fanno parte della comunità.
  • Rimuovi i giudizi di valore negativi che anticipano l’incontro con qualcuno gay.
  • Accetta te stesso come sei, con luci e ombre.
  • Comprendi il ruolo che la comunità ha svolto nel corso della storia. Sia la discriminazione che ha subito sia tutto ciò che ha fatto per ottenere la libertà.
  • Accetta i commenti che vengono fatti sull’atteggiamento che si sta manifestando.
  • Condanna qualsiasi atto di omofobia.

Non devi sentirti completamente identificato con il team LGBT+. Rispettarlo è però il meno possibile, se non ti piacciono i valori.

Dato che ci vogliono anni per assimilare l’omosessualità interiorizzata, a volte ci vuole tempo per liberarsi dei pregiudizi. È un lavoro lento che richiede impegno per andare avanti.





Benessere coppia

Perdere pesso

Pagamento del reddito di emergenza Vuoi ricevere notifiche sugli ultimi aggiornamenti? Pagamento del reddito di emergenza No Yes