Come Creangă è diventato uno scrittore dopo essere stato rimproverato e sua moglie lo ha lasciato per un monaco

Rate this post

Il 1 ottobre 1875 Ion Creangă fece il suo debutto sulla rivista “Convorbiri literare” con “Soacra cu trois nurori”. È considerato uno dei classici della letteratura rumena, soprattutto per la sua opera autobiografica “Memorie d’infanzia” (n. 1 marzo 1837 – m. 31 dicembre 1889).

Il 1 marzo 1837 nasce a Humuleşti Ion Creangă, considerato uno dei più grandi scrittori rumeni.

Sebbene in “Frammento di biografia” Ion Creangă stesso affermi di essere nato il 1 marzo 1837, la data della sua nascita è incerta, perché, secondo una metrica (condizioni) dei neonati di Humuleşti pubblicata da Gh. Ungureanu, Creangă sarebbe sono nati il ​​10 giugno 1839. Creangă aveva altri sette fratelli e sorelle: Zahei, Maria, Ecaterina, Ileana, Teodor, Vasile e Petre. Gli ultimi tre morirono durante l’infanzia e Zahei, Maria e Ileana nel 1919.

La giovinezza di Creanga è ben nota al grande pubblico attraverso il prisma della sua opera capitale “Childhood Memories”. Nel 1847 iniziò la scuola vicino alla chiesa nel suo villaggio natale. Figlio di un contadino, viene prima educato dal maestro del villaggio, dopo di che sua madre lo affida al nonno materno (“il padre di mamma, mio ​​nonno David Creangă di Pipirig”), David Creangă, che lo porta nella valle di Bistriţa, a Broşteni, dove la scuola continua. Nel 1853 fu iscritto alla Scuola Principesca di Târgu Neamţ con il nome di Ştefănescu Ion, dove ebbe come padre padre Isaia Teodorescu (Popa Duhu). Per volere della madre, che voleva farlo sacerdote, si iscrisse alla Scuola Catechetica di Fălticeni (“fabbrica del papa”). Qui appare sotto il nome di Ion Creangă, nome che mantenne per il resto della sua vita. Dopo l’abolizione della scuola di Fălticeni, fu costretto a recarsi a Iaşi, diplomandosi al corso inferiore del seminario teologico “Veniamin Costachi” di Socola.

Dal 1855 al 1859 frequentò il seminario, quindi, preso il diploma, tornò al paese natale. In seguito sposò a Iaşi Ileana, la figlia del sacerdote Ioan Grigoriu della chiesa Quaranta Santi di Iaşi, divenendone diacono (26 dicembre 1859).

Il 19 dicembre 1860 nacque suo figlio Constantin.

Nel 1864, Creangă entrò nella scuola preparatoria di Vasilian da Trei Ierarhi, dove ebbe come insegnante Titu Maiorescu. Lo apprezzò molto e lo nominò insegnante presso la Scuola Primaria n. 1 di Iaşi.

Dopo essere stato maestro e diacono in varie chiese di Iasi per 12 anni, fu definitivamente escluso dal clero (10 ottobre 1872), perché sua moglie era stata abbandonata, sparò ai corvi con un fucile che inquinarono la chiesa di Golia e gli tagliò capelli da laico. , cose considerate incompatibili con lo status di diacono. (Nel 1993, fu represso postumo tra il clero.) A seguito della sua esclusione dal clero, il ministro Tell lo destituì anche dalla carica di insegnante, ma l’arrivo di Titu Maiorescu al ministero contribuisce alla sua reputazione in questa posizione. Ha collaborato all’elaborazione di quattro libri di testo.

Tornando alle ragioni della riunione di Creangă, George Călinescu ha dichiarato di aver sposato Ileana, una giovane donna abituata alla vita lussuosa, per interesse, per essere ordinato. “A giudicare giustamente anche senza sapere anche senza conoscere il comportamento di Ilena, si decide che Creangă non era amato da sua moglie, che, se in qualche modo lo ha ingannato, lo ha fatto con il pensiero più onesto. La quindicenne, divenuta donna di 22 anni, si è trovata davanti a un uomo allegro, libero di bocca e di contegno, ma infiammato di rabbia, caparbio nelle idee, di mentalità contadina, deciso a mettere ordine in famiglia, insegnando, picchiando -e il bambino con il palmo sulla bocca per qualche inconveniente e quindi risparmiando sempre meno la donna, che non vedeva superiore all’uomo”, scrive George Călinescu in “La vita e Opera “.

Allo stesso tempo, sembra che Ileana avesse un amante, nella persona di un monaco di Golia per il quale avrebbe lasciato l’uomo di Humuleşti, e Creangă avesse una moglie a Iaşi.

Nel 1873, la sua procedura di divorzio si concluse e suo figlio di 12 anni fu preso in custodia. Cercò una casa in cui trasferirsi, scegliendo una casa nello slum di Ţicău (bojdeuca).

Nel 1875 incontrò Mihai Eminescu, allora ispettore scolastico a Iaşi e Vaslui, con il quale divenne amico. Tra il 1875 e il 1883, su sollecitazione del poeta, scrisse le sue opere più importanti.

Tra il 1883 e il 1889 si ammalò di epilessia e soffrì molto quando seppe della malattia e poi della morte di Eminescu e Veronica Micle.

Ion Creangă morì il 31 dicembre 1889, nella sua casa nel quartiere di Ţicău. Fu sepolto il 2 gennaio 1890 nel cimitero Eternitatea di Iaşi.

Tra le sue opere più note ci sono: le storie “La capra con tre capre”, “Dănilă Prepeleac”, “La nonna e la ragazza di Babbo Natale”, “La storia di Harap Alb”, “Ivan Turbincă”, “La storia del maiale”, “The Bag” con due centesimi ”e“ Suocera con tre nuore ”; le storie “Santa Ion Roată şi Unirea”, “Păcală”, “Prostia omenească” e “Ursul păcălit de vulpe” e ovviamente il romanzo autobiografico “Amintiri din copilărie”.

L’anno scorso è stato scoperto negli archivi del Museo di Letteratura rumena (MLR) di Iasi un giuramento “misterioso”, il documento che rivela l’esistenza di un gruppo “segreto” che comprendeva diverse personalità del XIX secolo, tra cui Nicolae Culianu, Nicolae Gane e Ione Creanga.

“Giuro per onore e coscienza. E per mantenere un segreto assoluto./ Che Dio e la Santa Croce mi aiutino”, è riportato nel testo firmato dai membri del gruppo. Leggi di più qui!

Scoprire presenta i principali significati storici del 1° ottobre:

1855 – Apparve “Steaua Dunării”, una rivista politica, letteraria e commerciale sotto la guida di Mihail Kogălniceanu.

1899 – Morto Anton Bacalbaşa, giornalista, prosatore e traduttore rumeno, creatore del personaggio letterario Moş Teacă (n. 1865).

1920 – Nasce l’attore americano Walter Matthau: “The Grumpy”, “Route 66”, “The Cactus Flower”, “The Damn Phone” (morto nel 2000).

1949 – La Repubblica Popolare Cinese è stata proclamata dopo la vittoria militare del Partito Comunista Cinese sul Kuomintang. Il leader del paese era Mao Zedong, che stabilì una sanguinosa dittatura, uccidendo decine di milioni di cinesi mentre governava la Cina.

1992 – Michael Jackson ha tenuto un concerto in Romania durante il tour “Dangerous”. Lo spettacolo al National Stadium è considerato uno dei migliori nella carriera di Michael Jackson.

2003 – Gli Stati Uniti hanno ufficialmente aderito all’UNESCO, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura, forum da cui si sono ritirati nel 1984, durante il mandato di Ronald Reagan, per protestare contro la politica dell’organizzazione.

2005 – La pugile Mihaela Cijevschi (cat. 54 kg) è diventata la prima campionessa del mondo nella storia della boxe femminile rumena, titolo vinto ai Mondiali di Podolsk, in Russia.

Pagamento del reddito di emergenza Vuoi ricevere notifiche sugli ultimi aggiornamenti? Pagamento del reddito di emergenza No Yes