Cloro nelle piscine e salute dei bambini

Rate this post


Ci sono diversi effetti del cloro nelle piscine sulla salute dei bambini. Tuttavia, il più dannoso non è il cloro stesso, ma il suo uso improprio.

Cloro nelle piscine e salute dei bambini

Ultimo aggiornamento: 22 ottobre 2021

È molto salutare per i bambini nuotare e divertirsi in acqua. Tuttavia, è importante prendere alcune precauzioni. Qual è il legame tra il cloro nelle piscine e la salute dei bambini?

Il cloro è una sostanza che viene utilizzata nelle piscine per eliminare batteri e funghi o per prevenirne la comparsa. Il problema è che colpisce non solo questi microrganismi, ma anche gli esseri umani. Questo accade quando l’esposizione è molto lunga o le quantità di sostanza nell’acqua sono molto elevate.

Gli effetti del cloro nelle piscine sulla salute dei bambini vanno da piccoli disturbi a gravi problemi. La migliore alternativa è prevenire questo.

Il cloro e i suoi rischi

Il cloro è un elemento chimico presente in natura ed è uno dei componenti fondamentali della materia. Artificialmente, è costituito da sale ordinario attraverso un processo chiamato elettrolisi. Questa sostanza viene aggiunta all’acqua della piscina per uccidere i germi. Quando i componenti clorurati entrano in contatto con l’acqua, rilascia acido ipocloroso, che è un disinfettante attivo.

Nonostante i suoi grandi benefici, L’esposizione prolungata e frequente al cloro può portare a problemi di salute. Questo vale soprattutto per i bambini di età inferiore a 3 anni. A quell’età la funzione respiratoria si sviluppa ancora e tende a reagire in modo anomalo agli irritanti.

Cloro nelle piscine e salute dei bambini

Gli effetti del cloro nelle piscine sulla salute dei bambini possono essere numerosi. I più gravi, ma non gli unici, sono quelli che colpiscono l’apparato respiratorio. In generale, si tratta di irritazioni di diverso tipo.

Irritazione agli occhi o congiuntivite

Spesso, i bambini escono dalla piscina con gli occhi rossi e crediamo che questo sia uno degli effetti del cloro. La verità è che è una conseguenza della mancanza di questo elemento. Una piscina irritante per gli occhi è un’area scarsamente disinfettata.

In generale, l’irritazione oculare e la congiuntivite sono causate dalla presenza di sudore, saliva, urina, feci e detriti cosmetici. Tutti questi elementi possono essere presenti nell’acqua, anche se sembra pulita.

Problemi di pelle

Un altro possibile effetto del cloro è la pelle secca o la dermatite irritante. Il pH di questa sostanza è superiore a quello della pelle. Di conseguenza, si verifica irritazione. Questo provoca prurito e desquamazione.

Problemi respiratori

Un altro possibile effetto del cloro nelle piscine è la generazione di problemi respiratori. Il cloro commerciale contiene una sostanza concentrata chiamata tricloramina.

Questa sostanza è tossica ed è facilmente inalabile. Non solo raggiunge le vie aeree superiori, ma raggiunge anche in profondità i polmoni. Può anche irritare rende i bambini più inclini ad altri problemi respiratori.

Per saperne di più: Infezioni dell’orecchio nei bambini: trattamenti

Avvelenamento da cloro

Una piscina sana non dovrebbe avere odore. Se c’è un odore di cloro molto forte, significa che l’acqua è piena di impurità. Questo aroma intenso si produce quando il cloro reagisce con il sudore o le feci.

Se un bambino ingerisce molta acqua clorata, c’è il rischio di avvelenamento. I sintomi includono tosse, vomito, mal di stomaco, affaticamento, difficoltà di respirazione e gonfiore di occhi, gola, orecchie e naso.

Sensibilizzazione allergica

Uno studio del Dr. Alfred Bernard dell’Università Cattolica di Lovanio ha scoperto che esiste una relazione tra il cloro nelle piscine e l’insorgenza di malattie allergiche, in particolare l’asma.

Ciò è evidente nei bambini che utilizzano frequentemente la piscina prima dei 2 anni e nei bambini con tendenza a soffrire di allergie. La ricerca indica che per ogni 100 ore di esposizione a una piscina clorata, il rischio di asma aumenta fino al 60%.

È stato inoltre accertato che le persone che nuotano in piscina prima dei 2 anni sono più suscettibili alle allergie, anche in età adulta.

Interazioni con altre sostanze

Uno degli aspetti da considerare è ciò che è noto come cloro attivo. Questo nome generico è dato sottoprodotti che si verificano dopo la combinazione del cloro con altre sostanze. Succede spesso nelle piscine.

Per esempio, quando il cloro è combinato con creme solari, lozioni o profumi, subisce alterazioni che possono danneggiare lo strato oleoso protettivo della pelle. L’effetto è più secchezza.

Quando il cloro entra in contatto con sostanze organiche (sudore, urina), genera clorammine. Rendono più intenso l’odore del cloro e causano problemi allergici.

Quando le proteine ​​salivari entrano in contatto con acqua contenente clorammine, si degradano rapidamente. La conseguenza di questo è la formazione di un tartaro bruno sui denti.

Per saperne di più: Cosa sono gli emangiomi infantili?

Suggerimenti per ridurre al minimo gli effetti del cloro

Ecco alcuni suggerimenti che possono limitare gli effetti del cloro nelle piscine sulla salute dei bambini:

  • Evita le piscine che hanno un forte odore di cloro.
  • Non entrare in piscine che non richiedono la doccia in anticipo e dopo averli utilizzati.
  • Dopo la doccia, quando si esce dalla piscina, si consiglia di applicare la crema idratante.
  • È molto importante insegnare a tuo figlio non sputare o fare pipì in piscina.
  • Si consiglia al piccolo di andare in bagno prima di entrare in piscina.
  • L’uso di pannolini speciali che assorbono l’urina nell’acqua è necessario per i bambini.
  • È meglio che i più piccoli portino occhiali e tappi per le orecchie.
  • Il bambino deve imparare a non ingoiare l’acqua della piscina.
  • Se il piccolo esce dalla piscina con gli occhi arrossati, sciacqualo con soluzione fisiologica e applicagli degli impacchi freddi per qualche minuto.
  • Le piscine all’aperto sono più consigliate rispetto alle piscine coperte.

Ci sono alternative al cloro

Ci sono bacini che non vengono disinfettati con il cloro. Alcuni usano ionizzatori d’acqua. In questo caso, l’elettricità uccide i germi. Ci sono anche piscine che utilizzano un sistema di disinfezione con bromo o ultravioletti. Questo sistema di sterilizzazione è molto potente e affidabile. Esistono buone alternative per evitare gli effetti del cloro nelle piscine sulla salute dei bambini.

Potresti essere interessato…





Benessere coppia

Perdere pesso

Pagamento del reddito di emergenza Vuoi ricevere notifiche sugli ultimi aggiornamenti? Pagamento del reddito di emergenza No Yes