Cause e caratteristiche dello shock da freddo

Rate this post


Lo shock freddo è un tipico processo estivo. Può portare a lievi disagi, ma anche alla morte.

Cause e caratteristiche dello shock da freddo

Ultimo aggiornamento: 19 novembre 2021

Lo shock da freddo è una risposta cardiorespiratoria correlata all’apparato digerente e all’irrigazione del cervello. L’articolo di oggi spiegherà le principali cause e caratteristiche dello shock da freddo.

Questa condizione è spesso correlata al processo digestivo, sebbene la sua causa principale sia una carenza del cervello. Infatti è una conseguenza del riflesso di immersione, condizionato dalla differenza di temperatura tra il corpo e l’acqua in cui una persona entra.

Questo processo è più comune durante l’estate e è direttamente correlato allo sbalzo di temperatura prodotto quando si entra in acqua. I vasi sanguigni si dilatano a causa del calore e del sole attraverso un meccanismo che cerca di mantenere la temperatura corporea entro limiti normali.

La vasodilatazione dissipa il calore corporeo e, insieme alla traspirazione, mantiene la temperatura nell’intervallo normale. La vasocostrizione improvvisa porta a shock da freddo quando improvvisamente entri in acqua più fredda della tua temperatura corporea.

Cosa causa lo shock da freddo?

Il cibo che mangiamo viene mescolato con i succhi gastrici dai movimenti peristaltici durante il processo di digestione. Questo processo richiede una grande quantità di sangue. Così, costringe la ridistribuzione del flusso sanguigno al tratto digestivo, a scapito di altri organi o apparati.

Tieni presente che il processo digestivo non è l’elemento più importante nell’aspetto dell’idrocutura, ma piuttosto il “riflesso di immersione”.

Leggi anche: Annegamento secondario nei bambini – raccomandazioni

Il riflesso dell’immersione

Il riflesso di immersione si verifica quando il corpo, in particolare la testa, entra in acqua. Dipende dalla differenza tra la temperatura corporea e la temperatura dell’acqua.

Di solito succede perché c’è una diminuzione della frequenza cardiaca e una ridistribuzione del sangue attraverso la contrazione dei vasi sanguigni, soprattutto quelli in pelle. Questo, a sua volta, accade per fornire una quantità sufficiente di sangue e ossigeno al cervello e per evitare un improvviso cambiamento della temperatura corporea.

Il riflesso di immersione è abbastanza evidente nei bambini. Anche, le persone particolarmente sensibili hanno le vertigini. Inoltre, questo può portare a sincope e persino alla morte improvvisa per arresto cardiaco.

Il corpo gestisce l’arrivo di sangue e ossigeno nel cervello e quindi diminuisce l’assunzione ad altri organi e tessuti. Possono verificarsi arresto cardiaco e morte improvvisa o annegamento quando la diminuzione dell’apporto di sangue e ossigeno al cuore è improvvisa e significativa.

Shock freddo e digestione

La digestione è un processo che separa i componenti del cibo in molecole più piccole e digeribili. Queste molecole passano nell’intestino tenue per il riassorbimento dei nutrienti. Il tempo necessario per la digestione varia da individuo a individuo ed è correlato alla quantità e al tipo di cibo ingerito. Per esempio:

  • I pasti pesanti con un alto contenuto di grassi aumentano il tempo di digestione.
  • L’assunzione di semplici verdure, frutta e carboidrati accelera il processo.

Il periodo di tempo in cui il cibo rimane nello stomaco provoca la ridistribuzione del flusso sanguigno e può variare da pochi minuti a poche ore. Questo è responsabile della sensazione di sonnolenza che proviamo dopo un pasto.

Possiamo dire che lo shock da freddo si verifica quando una persona non ha completato il processo di digestione e si tuffa in una piscina in cui la temperatura è significativamente diversa da quella del suo corpo. Questo riflesso di immersione può causare un lieve disagio alla morte a causa di un arresto cardiaco.

Caratteristiche e sintomi dello shock da freddo

  • Suoni nelle mie orecchie
  • Visione offuscata
  • Brividi
  • Nausea
  • vomito
  • Svenire

Misure preventive

  • Osserva i momenti della digestione prima di entrare in un grande specchio d’acqua. Tieni presente che questo tempo varia a seconda della quantità e della composizione del cibo ingerito.
  • Evita un’attività fisica faticosa che può aumentare la temperatura corporea prima di entrare in acqua.
  • Evita le immersioni improvvise. Cerca di inumidire gli avambracci, le spalle, il viso, il collo e l’addome con una piccola quantità d’acqua per bilanciare la temperatura corporea prima di immergerti.
  • Evitare di ingerire bevande fredde dopo un’intensa attività fisica, perché possono portare all’idrocuzione.

Leggi anche: I sintomi delle principali malattie cardiache nelle donne

Trattamento shock freddo

Solito, la conoscenza e la prevenzione sono essenziali quando si tratta di shock da freddo. Dovresti evitare tutti i fattori di rischio sopra menzionati.

Tira fuori la persona dall’acqua e asciugala per cercare di riportare la sua temperatura corporea alla normalità. Rianimarla fino all’arrivo dei servizi di emergenza in caso di sincope o arresto cardiorespiratorio.

Potresti essere interessato…





Benessere coppia

Perdere pesso

Pagamento del reddito di emergenza Vuoi ricevere notifiche sugli ultimi aggiornamenti? Pagamento del reddito di emergenza No Yes