Carbon 60 o carbone attivo: usi, benefici e consigli

Rate this post


Sapete cos’è il carbone 60 o carbone attivo e a cosa serve? Ti diremo di più sulle sue applicazioni e sui suoi possibili benefici per la salute.

Carbon 60 o carbone attivo: usi, benefici e consigli

Ultimo aggiornamento: 18 novembre 2021

Carbon 60 o C60, noto anche come carbone attivo, ha l’aspetto di una polvere fine, nera, inodore. Questa molecola è così chiamata perché è composta da 60 atomi di carbonio.

Fa parte del gruppo fullerene, nome legato a quello di Richard Buckminster Fuller. Ciò è dovuto al fatto che la forma ad icosaedro che assume il composto (simile a un pallone da calcio), è simile ai progetti di questo architetto.

Il carbonio 60 è un derivato del carbonio naturale che si ottiene per surriscaldamento. È stato scoperto nel 1985 dai chimici vincitori del premio Nobel Kroto, Curl e Smalley. Negli ultimi anni c’è stato un crescente interesse per lo studio delle applicazioni del carbonio 60 in vari campi, dall’industria e l’estetica alla salute.

Che cos’è e quali sono le proprietà del carbone 60 o carbone attivo?

Il carbonio è l’elemento essenziale della vita. Tutti gli esseri viventi, inclusi gli esseri umani, sono composti da molecole in cui predomina questo composto.

Il carbonio 60 non è naturale, è creato. Per fare ciò, sono necessarie condizioni di laboratorio speciali. La grafite viene trattata con una corrente elettrica ad alta intensità. Tuttavia, sono state trovate forme di C60 anche al di fuori del laboratorio. Ad esempio, nella fuliggine, anche se in piccole quantità, così come nello spazio.

Quindi il carbonio 60 non è esattamente la stessa sostanza che troviamo nei pezzi di carbone che usiamo per grigliare. È un derivato che ha alcune proprietà dell’elemento naturale, ma anche altre aggiunte.

Innanzitutto, a causa del modo in cui gli atomi di carbonio sono attaccati, C60 interagisce facilmente con i radicali liberi dall’ambiente in cui si trova. Pertanto, si ritiene che abbia proprietà antiossidanti.

La sua speciale struttura molecolare gli consente di legarsi a vari composti. Così, C60 ha un’elevata capacità di assorbimento, che lo rende ideale per aiutare ad eliminare le sostanze dal corpo.

Come viene utilizzato il carbonio 60?

questo composto è usato per trattare il sovradosaggio o l’avvelenamento. Il personale di guardia somministra carbone attivo mescolato con acqua a pazienti ubriachi o usa sonde.

Il carbonio 60 aderisce alle tossine, impedendo che vengano assorbite dallo stomaco. Poi, poiché l’apparato digerente non riesce ad assimilare il carbonio, le sostanze vengono eliminate dall’organismo attraverso le feci. Affinché ciò funzioni, il trattamento con C60 deve essere applicato entro e non oltre 3 ore dopo che la tossina è stata consumata, mentre è ancora nello stomaco.

Tuttavia, C60 non può legarsi a nessuna sostanza. Sono esenti quelli corrosivi:

  • Benzina e altri prodotti petroliferi
  • Solventi per vernici
  • Candeggina e vari prodotti per la pulizia

Leggi anche: Carbone attivo – 8 usi incredibili

I solventi per vernici non si legano al carbonio 60, quindi non è utile trattare l’intossicazione con queste sostanze.

I vantaggi del carbonio 60

Si ritiene che per le sue proprietà di eliminare le tossine e gli antiossidanti, il carbonio 60 può essere usato per trattare vari disturbi. A questo proposito, gli vengono attribuiti molti vantaggi.

Al momento, gli integratori di carbonio 60 sono spesso venduti e consumati, e questo composto è anche incluso in vari cosmetici e prodotti alimentari (come l’olio d’oliva biologico). Successivamente, vedremo quali sono questi vantaggi.

antiossidanti

Si dice che il C60 sia un potente riduttore dello stress ossidativo, anche più efficace della vitamina C. Infatti, in uno studio di laboratorio, è stato dimostrato che la sua azione antiossidante protegge dai danni ai polmoni nei topi trattati con farmaci antitumorali.

Il carbonio 60 raddoppia l’aspettativa di vita nei ratti, mitigare gli effetti dello stress ossidativo, secondo diverse indagini. Il carbonio 60 può influenzare la lunghezza dei telomeri.

Nel caso di altre ricerche, i dati ottenuti suggeriscono che Il trattamento con C60 potrebbe essere una strategia utile per ripristinare la sensibilità delle cellule leucemiche resistente ai farmaci.

Funzione renale

Assorbendo alcune delle tossine, il carbonio 60 aiuta i reni nel processo di filtrazione. A questo proposito, in uno studio di laboratorio eseguito su ratti con malattia renale cronica indotta, hanno ricevuto 4 grammi per chilogrammo di peso corporeo al giorno. I risultati hanno indicato che l’alterazione dell’uremia era attenuata.

In un altro studio simile, in cui i ratti con insufficienza renale indotta sono stati alimentati al 20% con carbone di legna, gli animali hanno riscontrato miglioramenti. L’infiammazione e il danno renale sono stati ridotti.

flatulenza

Si crede che i gas intrappolati nell’intestino possono passare nelle molecole di carbonio 60 da neutralizzare, riducendo così la flatulenza. In uno studio clinico condotto su un piccolo gruppo di persone, i partecipanti hanno osservato un miglioramento dei sintomi correlati al gas intestinale.

Allo stesso modo, in un altro studio, dopo la somministrazione di simeticone e carbonio 3 volte al giorno, i partecipanti hanno notato una riduzione del dolore addominale a causa del gas.

Pulizia dentale

Vari prodotti per l’igiene dentale includono il carbonio 60, poiché ha proprietà antimicotiche e antibatteriche. Questa cosa può aiutare a prevenire la carie.

Tuttavia, un articolo pubblicato nel 2017 ha concluso che non vi sono prove cliniche o di laboratorio sufficienti per suggerire che questo prodotto sia benefico per la salute orale. Nemmeno per lo sbiancamento dei denti.

Osteoartrite

Si dice che C60 aumenta la produzione di condrociti, promuovendo la cartilagine e la rigenerazione dei tessuti coprendo le estremità delle ossa. La ricerca condotta nel 2019 ha verificato gli effetti del C60 sull’infiammazione articolare. Si è concluso che potrebbe avere una potenziale applicazione terapeutica per l’osteoartrosi.

Cura della pelle

Il carbone attivo aiuta a rimuovere le sostanze chimiche e le tossine dalla pelle. Inoltre previene l’acne e induce la produzione di collagene, riducendo i danni UV. Ecco perché molti saponi sono realizzati con carbone attivo.

Uno studio randomizzato ha esaminato gli effetti di una crema C60 sulle rughe e sulla ruvidità della pelle. Ma non sono state osservate differenze significative tra i partecipanti.

In un altro studio, anch’esso relativo alla cura della pelle, i ricercatori hanno analizzato gli effetti di un gel facciale applicato due volte al giorno. E ‘stato trovato che le pustole eritematose migliorano dopo il trattamento con C60.

Inoltre, è stata esplorata l’efficacia di questo composto nella regolazione dell’eczema nei topi. L’evidenza indica che C60 ripristina la barriera cutanea, essendo a alternativa per il trattamento di malattie allergiche e infiammatorie.

Affaticamento muscolare

Gli effetti della C60 sull’affaticamento muscolare e sulla resistenza nei ratti sono stati esplorati in studi di laboratorio. È stata osservata una riduzione del tempo di recupero della forza di contrazione e aumentare il funzionamento attivo prima che si osservino gli effetti della fatica.

Diarrea

Considerato un assorbitore di tossine e batteri, l’uso del carbonio 60 è stato proposto come trattamento per la diarrea. A questo proposito, un’analisi ha rilevato che questo composto potrebbe impedire all’organismo di assorbire i batteri patogeni presenti nel tratto digestivo.

Dosaggio del carbonio 60, rischi e controindicazioni

Non esiste una stima esatta dell’importo minimo consigliato. Negli studi sui roditori, le dosi variavano da 0,4 a 5 milligrammi per chilogrammo di peso corporeo.

Sulla pelle i risultati sono stati ottenuti con una dose di carbone attivo dello 0,05%. L’olio d’oliva biologico disponibile in commercio è di circa 25 milligrammi per 250 millilitri.

Per quanto riguarda la sua tossicità, la maggior parte delle indagini conclude che C60 non è dannoso per l’uomo o gli animali, anche se sono necessari ulteriori studi. Tuttavia, non è raccomandato per l’uso in donne in gravidanza o in allattamento.

Ad eccezione del mal di testa, non si osservano effetti collaterali. Solo uno studio ha riscontrato un leggero aumento del peso del fegato e della milza degli animali utilizzati per l’esperimento.

Leggi anche: Rischi del carbone attivo per la salute orale

Solo il carbonio 60 è testato per l’avvelenamento

I prodotti a carbone attivo sono disponibili senza prescrizione medica e molte persone assumono integratori a base di questo composto per combattere i radicali liberi. Ma finora, gli usi del carbone attivo sono legati solo al trattamento degli avvelenamenti.

Per quanto riguarda gli altri vantaggi, la ricerca si sta svolgendo in tutto il mondo. Tuttavia, molti studi sono fatti con le cellule in vitro o sugli animali. E anche nei casi con persone, i gruppi erano piccoli.

Potresti essere interessato…





Benessere coppia

Perdere pesso

Pagamento del reddito di emergenza Vuoi ricevere notifiche sugli ultimi aggiornamenti? Pagamento del reddito di emergenza No Yes