3 alimenti che regolano la glicemia

Rate this post


Per evitare un eccesso di zucchero nel sangue, è fondamentale avere buone abitudini alimentari e in generale mantenere uno stile di vita sano.

3 alimenti che regolano la glicemia

Ultimo aggiornamento: 3 novembre 2021

Glicemia alta e stress pancreatico sono una delle cause dell’insulino-resistenza e dello sviluppo del diabete. Questo, a sua volta, aumenta le possibilità di soffrire di altre malattie complesse come la sindrome metabolica o alcuni tipi di cancro.

Pertanto, è importante prendersi cura della propria dieta per evitare alti livelli di glucosio nel sangue. Ci sono un certo numero di cibi che è interessante evitare per garantire la salute del pancreas e altri che possiamo consumare per limitare l’assorbimento di zucchero nell’intestino e picchi di glucosio.

Quali cibi evitare?

Dato che la dieta è uno dei fattori più influenti Nel modificare il livello di zucchero nel sangue, dobbiamo cercare di eliminare o almeno ridurre al minimo il consumo di determinati alimenti.

Per la maggior parte non hanno valore nutritivo e sono ricchi di sostanze artificiali dannose per la salute. Allora, quali sono questi alimenti? detriti, in generale ; ovvero fritti di ogni genere, pasticcini, farine raffinate, dolciumi, torte (anche salate) e bibite gassate.

Si consiglia a tutti i pazienti con diabete di evitare i carboidrati semplici e consumare invece carboidrati complessi, che sono quelli che vengono digeriti e assimilati più lentamente, ci forniscono energia e non provocano picchi di glucosio. Questo gruppo includerebbe cereali integrali, per esempio.

Le tendenze più attuali includono protocolli di digiuno intermittente per la prevenzione o addirittura il controllo del diabete. Sia come metodo preventivo che nel trattamento del diabete di tipo 2, il digiuno intermittente migliora la sensibilità all’insulina e controlla la curva glicemica. Esistono anche combinazioni di digiuno con diete chetogeniche o a basso contenuto di carboidrati che sono positive per la salute del pancreas. Tuttavia, questi tipi di protocolli dovrebbero essere supervisionati da un professionista, soprattutto se eseguiti su persone che hanno già sviluppato la patologia.

Alcuni trucchi che dovresti sapere

Dopo aver mangiato dei dolci, possiamo anche mangiare dei carboidrati complessi, ricco di fibre, che aiuta a neutralizzare il picco di glucosio. Può essere una mela, un’insalata, una crema di verdure, un po’ di riso integrale, tra gli altri. L’assunzione di fibre è spesso una strategia efficace per ritardare l’assorbimento del glucosio. In questo modo, il suo passaggio nel flusso sanguigno sarà più lento e lo stress pancreatico sarà inferiore.

I cibi crudi generalmente producono picchi di glucosio più bassi rispetto ai cibi cotti, preparati o lavorati. Questo perché l’indice glicemico dell’alimento è soggetto a variazioni a seconda del metodo di cottura o della preparazione dell’alimento stesso. Gli alimenti tritati producono livelli di zucchero nel sangue più elevati rispetto ai cibi integrali. Combinali sempre e prendere l’abitudine di includere verdure crude ad ogni pasto.

Ti interessa sapere: Come regolare naturalmente la glicemia

Alimenti che regolano la glicemia

Avena

Questo delizioso cereale, che molte persone già mangiano regolarmente a colazione, non solo ci dà molta energia, ma previene anche la glicemia alta.

Contiene una buona quantità di fibra (beta glucani) che riduce la secrezione di insulina in brevi periodi di tempo. Inoltre, è ricco di proteine, vitamine e minerali. Tuttavia, la maggior parte dei cereali integrali è utile per controllare la glicemia. È sempre preferibile mangiare questo tipo di alimento rispetto a cibi ultra elaborati ricchi di zuccheri semplici.

Si può assumere cotto con acqua o latte d’avena, lo si può aggiungere a creme e frullati di verdure e lo si può utilizzare per realizzare diversi tipi di dolci salutari.

Scopri: motivi per mangiare la farina d’avena ogni mattina

la verdura

I legumi sono alimenti che contengono molti carboidrati, ma una quantità interessante di fibre. Fornisce inoltre vitamine, minerali e proteine ​​necessarie per il corretto funzionamento degli organi vitali.

Le fibre di legumi possono provocare una fermentazione intestinale che termina con la formazione di acidi grassi a catena corta. Questi tipi di sostanze hanno un forte carattere antinfiammatorio e antiossidante.

Yogurt

Gli yogurt sono alimenti ricchi di probiotici, microrganismi viventi che colonizzano il tratto intestinale, migliorandone la funzionalità. L’esistenza di un microbiota benefico aiuta a regolare l’assorbimento e il livello di glucosio nel sangue, prevenendo l’insorgere di malattie complesse come il diabete.

Inoltre, negli ultimi anni la flora intestinale è stata collegata a processi depressivi o ansiosi. Pertanto, mantenere una microflora sana è utile nella prevenzione della salute mentale e dei disturbi dell’umore.

Ricordare

Lo sviluppo di buone abitudini alimentari consente di regolare il livello di zucchero nel sangue e prevenire l’insorgenza di malattie complesse e la necessità di farmaci. Oggi il diabete è una malattia endemica che porta con sé molteplici complicazioni associate. Per questo motivo è fondamentale una buona strategia di prevenzione.

Verifica con il tuo medico o nutrizionista quali sono le regole nutrizionali da seguire per godere di una buona qualità di vita. Anche, Evita di apportare modifiche alla tua dieta senza prima consultare un professionista, perché invece di ottenere i benefici che desideri, puoi farti del male.





Benessere coppia

Perdere pesso

Pagamento del reddito di emergenza Vuoi ricevere notifiche sugli ultimi aggiornamenti? Pagamento del reddito di emergenza No Yes